Il Jack Russell a "gamba corta" non esiste!!!

February 10, 2017

 

Spesso mi viene chiesto se abbiamo cucciolate di jack russell "a gamba corta" e rabbrividisco perché il jack russell terrier ha uno standard ben preciso dove non sono assolutamente menzionate gambe corte o lunghe!!! 

Può esserci il soggetto in standard, ovvero corrispondente ai dettami di razza fissati dall'Enci e dal Fci o può non essere in standard ma non esistono varietà di razza legate alla lunghezza delle zampe.

Le uniche varietà riconosciute sono quelle legate al tipo di pelo che può essere: liscio, broken o ruvido.

Il cane che viene definito a "gamba lunga" in realtà appartiene ad un'altra razza che si chiama "Parson Russell Terrier" che ha un suo standard riconosciuto e che sebbene somigli molto al Jack Russell è proprio un'altra razza.

A rischio di sembrare un po' antipatica mi chiedo poi: ma perché parlano sempre di "gamba"?? E' un cane ed i cani hanno le zampe non le gambe perbacco!!!

 

 

In ogni caso per chi volesse documentarsi in maniera corretta ecco lo standard ENCI:

 

FCI Standard N° 345 / 05.12.2012

JACK RUSSELL TERRIER

ORIGINE: Inghilterra

PAESE DI SVILUPPO: Australia

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE: 08.10.2012

UTILIZZAZIONE: Un buon terrier da lavoro, abile a cacciare in tana e in superficie. Un eccellente cane da compagnia.

CLASSIFICAZIONE F.C.I. Gruppo 3 terrier Sezione 2 terrier di piccola taglia
Con prova di lavoro opzionale

BREVE CENNO STORICO: Il Jack Russell Terrier ebbe origine in Inghilterra nel XIX° secolo, grazie agli sforzi del Rev. John Russell. Egli creò una razza di Fox Terrier per soddisfare la necessità di avere un cane che corresse con i suoi Foxhound e potesse stanare la volpe e gli altri selvatici. Se ne svilupparono due varietà dagli Standard fondamentalmente simili tranne che per alcune differenze riguardanti per lo più l’altezza e le proporzioni. Il tipo più alto, dalla costruzione più quadrata, è ora conosciuto come Parson Russell Terrier, mentre quello più basso, in proporzione leggermente più lungo, è conosciuto come Jack Russell Terrier.

ASPETTO GENERALE

Un Terrier da lavoro forte, attivo e agile, di grande carattere con un corpo flessuoso di media lunghezza. Il suo movimento vivace si accompagna con la sua espressione acuta. Il taglio della coda è facoltativo e il pelo può essere liscio, ruvido o spezzato.

PROPORZIONI IMPORTANTI: Il cane nel suo insieme è più lungo che alto, è cioè rettangolare. La profondità del corpo dal garrese allo sterno deve essere uguale alla lunghezza dell’anteriore dal gomito al terreno. La circonferenza toracica, misurata dietro il gomito dovrebbe essere compresa tra i 40 e i 43 cm circa.

COMPORTAMENTO – CARATTERE

Un Terrier vivace, sveglio e attivo con espressione acuta e intelligente. Audace e senza paura, amichevole ma abbastanza sicuro.

TESTA
REGIONE DEL CRANIO

Cranio: il cranio dovrebbe essere piatto, di larghezza moderata che diminuisce gradatamente fino agli occhi, e si restringe in un ampio muso.

Stop: ben definito ma non esageratamente pronunciato REGIONE DEL MUSO
Tartufo: nero

Muso: la lunghezza dallo stop al tartufo dovrebbe essere leggermente inferiore della distanza fra lo stop e l’occipite.

Labbra: molto aderenti e pigmentate di nero

Mascelle /Denti: mascelle molto forti, profonde, ampie e potenti. Denti forti con chiusura a forbice

Guance: i muscoli delle guance (masseteri) dovrebbero essere ben sviluppati.

Occhi: piccoli e scuri, con espressione acuta. Non devono essere sporgenti e le palpebre devono aderire al bulbo oculare. Le rime palpebrali dovrebbero essere pigmentate di nero. A forma di mandorla.

Orecchi: a bottone o ricadenti, di buona tessitura e grande mobilità

COLLO: forte e pulito, che permette un buon portamento del capo

CORPO:

Linea Dorsale: orizzontale. La lunghezza dal garrese alla radice della coda è leggermente superiore dell’altezza dal garrese al suolo.

Rene: i reni dovrebbero essere corti, forti e molto muscolosi

Torace: profondo più che largo con buona distanza da terra. Lo sterno è a metà altezza fra il garrese e il suolo. Le costole dovrebbero partire subito ben cerchiate e si appiattiscono ai lati così che il perimetro dietro ai gomiti può essere misurato con due mani ( da 40 a 43 cm circa). La punta dello sterno è chiaramente anteriore alla punta della spalla (scapolo/omerale).

CODA: può restare pendente a riposo. In azione deve essere eretta e, se tagliata, la punta dovrebbe trovarsi allo stesso livello degli orecchi

ARTI

ANTERIORI

Spalle: ben oblique e non appesantite dai muscoli

Braccio: di sufficiente lunghezza e angolazione da permettere ai gomiti di posizionarsi sotto il corpo

Avambraccio: diritto dal gomito alle dita dei piedi, da qualsiasi angolazione lo si veda

Piedi anteriori: rotondi, duri, con buoni cuscinetti, non larghi, con dita moderatamente arcuate, non diretti in fuori né in dentro.

POSTERIORI
Apparenza generale: forti e muscolosi, ben bilanciati con l’anteriore. Ginocchio: ben angolato
Garretto: corto
Metatarsi: paralleli se visti dal dietro in stazione naturale.

Piedi posteriori: rotondi, duri, con buoni cuscinetti, non larghi, con dita moderatamente arcuate, non diretti in fuori né in dentro.

ANDATURA/MOVIMENTO: fermo, libero ed elastico

MANTELLO

PELO può essere liscio, spezzato o ruvido. Deve essere impermeabile. I mantelli non devono essere manipolati (stripping profondo) per apparire lisci o spezzati.

COLORE: il bianco deve predominare, con macchie nere e/o color fuoco. Le macchie color fuoco possono variare dal fulvo più chiaro al più intenso (castagno).

TAGLIA E PESO
Altezza ideale: da 25 cm a 30 cm.

Peso: poiché a 5 cm dovrebbe corrispondere 1 kg di peso, un cane di 25 cm di altezza peserà circa 5 kg, un cane di 30 cm peserà 6 kg.

DIFETTI: Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato difetto, e la severità con cui questo difetto va penalizzato deve essere proporzionata al suo grado e al suo effetto sulla salute del cane e la sua abilità a svolgere il sui lavoro tradizionale. Mancanza di vere caratteristiche Terrier

 Mancanza di armonia, cioè esagerazioni in qualsiasi parte  Movimento forzato o insicuro
 Dentatura difettosa

N.B.:

 I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali, completamente discesi nello scroto.  Solo soggetti funzionalmente e clinicamente sani con la conformazione tipica della razza

dovrebbero essere impiegati in riproduzione. 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza
Post recenti

February 9, 2017

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Pinterest Icon
  • Black Instagram Icon

© 2016 by  Azienda Agricola Moramarco Gianluca

Via Risorgimento s.n.c. - 20060 - Triginto di Mediglia

C.F. MRMGLC79M13F704S - P.IVA 04712270968